Breve gita a Rimini

La città di Rimini merita davvero di essere oggetto di una gita. Quando pensiamo a questo luogo, ci viene sempre in mente come tipica meta estiva. In realtà la famosa città della Romagna non è soltanto sinonimo di spiagge e divertimento. Se consideriamo tutte le altre bellezze che offre a disposizione dei turisti, ci accorgiamo che può essere pure una meta ideale per una gita da fare anche con tutta la famiglia. Scopriamo cosa vedere a Rimini e dove alloggiare.

Cosa vedere a Rimini

Sicuramente il centro storico della città si propone come un vero e proprio mix di storia e cultura. È un luogo particolarmente vivace, molto dinamico e in esso si può accedere alle piazze più importanti, ritrovandosi vicino a musei e monumenti interessanti. Se facciamo un salto a Rimini possiamo visitare anche il museo della città “Luigi Tonini”. Si trova presso l’ex collegio dei Gesuiti e presenta moltissimi reperti e mosaici, oltre ad ospitare una pinacoteca su due piani.

Merita di essere visto anche il ponte di Tiberio, una testimonianza di architettura di epoca romana antica. È conosciuto anche come ponte di Augusto. Molto affascinante anche la zona della Pescheria Vecchia, un punto di ritrovo per molti giovani, visto che è possibile rintracciare diversi pub e ristoranti. Borgo San Giuliano è un quartiere popolare della città in cui è nato il famoso regista Federico Fellini.

Dove alloggiare a Rimini

Se vogliamo trattenerci a Rimini per qualche giorno, abbiamo davvero l’imbarazzo della scelta su dove alloggiare. In città sono presenti numerosi hotel, come il Touring, un hotel a quattro stelle di fronte al mare con piscina e area dedicata al benessere. Possiamo ricordare anche l’hotel Helios, ideale per una vacanza all’insegna del relax.

Ci sono poi i residence di Rimini, che mettono a disposizione appartamenti, proponendo opportunità comode ed economiche. Possiamo ricordare, ad esempio, il residence Divina, che si trova a due passi dal mare, in viale Don Domenico Masi. Anche l’hotel residence Fellini è a pochi passi dal lungomare. Si trova nel cuore della città, in una posizione che assicura un soggiorno tranquillo.

Inoltre non possiamo non ricordare l’opportunità di alloggiare anche in agriturismo fuori città. Ad esempio l’agriturismo vicino Rimini Germano Reale offre alloggi che si distinguono per un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Nuoto e bambini: la guida 

Da sempre il nuoto è una delle attività più indicate per i bambini: i pediatri infatti sono quasi unanimi nel definirlo lo sport più adatto per le giovani leve, e non solo. Sicuramente il bambino ha un rapporto privilegiato con l’acqua, che non dovrebbe mai dimenticare: il neonato associa l’acqua all’utero materno, ed è per questo motivo che si trova così a proprio agio in quell’ambiente.

Il bambino, in ogni fascia d’età, può nuotare senza problemi. Ad esempio da quando nasce fino ai sei mesi il nuoto può diventare fin da subito un’attività naturale: i primi mesi di vita sono quelli dove l’istinto è sempre più sviluppato, e per questo motivo bisogna far abituare il neonato a quell’atmosfera così tanto a lui cara. Ovviamente sotto la mediazione dei genitori e dell’istruttore, grazie ai quali scoprirà nuove possibilità motorie offerte dall’acqua.

Quando il bambino raggiunge un anno d’età sa gattonare e inizia a provare i primi passi: aumentando in questo modo il suo raggio d’azione, la sua curiosità aumenta sempre di più. Ed è così che il piccolino fa lo stesso in piscina: si stacca dalle braccia dei genitori e inizia ad esplorare l’ambiente circostante con l’utilizzo di braccioli e salvagenti.

La terza fascia è quella che solitamente va dai 15 ai 23 mesi: qui il bambino ha accresciuto ancora di più la sua autonomia. Inizia ad essere capace di galleggiare, e tenta i primi tuffi! Con il compimento dei due anni e qualche mese è pronto per essere separato dai genitori. Ora sarà l’istruttore a prendersi cura del nostro piccolo, insieme ai suoi compagni di nuotate! La dimestichezza che ha ora il bambino è notevole.

Più passa il tempo e più si possono iniziare attività più complesse, come percorsi acquatici e galleggiamento e immersione autonoma per raccogliere oggetti posati sul fondo vasca. Si può dire che un piccolo nuotatore in erba è già formato: con il compimento dei cinque anni infatti potrà essere iscritto ad un vero e proprio corso di nuoto.

Fatto questo rapido excursus sulle tappe che portano il nostro bimbo ad avere sempre più dimestichezza con il nuoto, bisogna anche spendere due parole sull’equipaggiamento da avere e su come garantirgli una sicurezza che possa metterlo al riparo da situazioni spiacevoli dove potrebbe rischiare la propria salute.

Intanto obbligatorio accappatoio e telo: il primo serve per asciugare il bambino appena esce dalla vasca mentre l’altro è da utilizzare subito dopo aver fatto la doccia. Per evitare poi l’effetto negativo dello sbalzo di temperatura tra la piscina e l’esterno è bene vestirsi a strati. Infine, meglio dotarsi di magliette termiche oppure anche di mute in neoprene fatte apposta per non avere freddo quando si entra in vasca. Per i neonati è sempre ottimo dotarli di pannolini indossabili in acqua, come anche di costumi impermeabili così da non avere una volta usciti pelle irritata.

Anche la cura delle orecchie è fondamentale: bisogna asciugarle e pulirle accuratamente, in modo tale che non si verifichino infezioni.

Cibi contro l’acne giovanile e infantile

La dieta rispecchia sempre la nostra persona. Quello che mangiamo si riflette su di noi e sulla nostra pelle. Mangiare bene porta, tra le altre cose, anche ad avere una pelle sana e pulita, mentre mangiare male porta ad avere dei brufoli o a sviluppare problematiche cutanee di vario genere. Tra le varie, quella dell’acne è particolarmente sentita in maniera particolare dai giovani.

Andiamo dunque a vedere quali sono i migliori cibi da consumare per chi soffre di questo problema e vorrebbe liberarsene il più in fretta possibile.

Prima di cominciare, diciamo che il linea generale seguire una sana dieta mediterranea è la miglior soluzione, mentre un consumo eccessivo di alcol, insaccati, fritti e dolci si riflette negativamente sulla cute.

Tè verde. Ricco di antiossidanti, bere due o tre tazze al giorno di questa bevanda aiuta a ridurre l’acne. Per avere un effetto migliore e più “potente” è possibile fare degli impacchi di tè verde direttamente sulla zona da curare. L’impacco dovrebbe essere fatto una volta al giorno e tenuto almeno 15 minuti. Continue reading »

La scelta del passeggino

hand-reaching-out-605029-mLa scelta del passeggino giusto non è così semplice come sembra. Ci sono tutta una serie di opzioni da prendere in considerazione e vale la pena scegliere con attenzione.

Per prima cosa occorre valutare il tipo di passeggino di cui si ha bisogno. Tra i vari modelli c’è quello rivolto in avanti, solitamente con quattro ruote, leggero e maneggevole, ideale per muoversi in città. Molto utile è il sistema Travel System, che può essere usato sia da regolare carrozzina o passeggino, che da seggiolino per auto: ottimo per mantenere il bambino addormentato durante il trasferimento da o per l’automobile. I passeggini a tre ruote sono ottimi se si vive in campagna o al mare. Facili da guidare con una sola mano, sono anche molto comodi.

Ecco infine una lista delle cose da considerare quando si sceglie un passeggino; alcuni punti possono sembrare ovvi ma proprio per questo potrebbero essere facilmente dimenticati. Continue reading »

I consigli di Motocarota: Riccione

Riccione è ricca di hotel adatti ad ogni necessità: gruppi di amici, coppie giovani, persone più anziane, famiglie anche con bambini piccoli. Per quest’ultimo gruppo di persone la soluzione ideale (anche da un punto di vista del costo), oltre alla possibile ricerca di una casa vacanze a Riccione e dintorni,  è scegliere delle strutture che ospitano gratuitamente i più piccoli.

Tra le varie strutture c’è l’hotel “La Residenza”,  che si trova a soli 10 minuti a piedi da Viale Ceccarini, il vero centro della vita estiva della città romagnola. Inoltre, la struttura è a 20 metri dalla spiaggia convenzionata, dove poter prendere il sole, rilassarsi e fare un bagno nelle splendide acque riccionesi. La struttura mette a disposizione una connessione WiFi gratuita, il parchetto per gli ospiti e un giardino completo di giochi per bambini. Continue reading »

Mamma, da grande voglio fare …

Aiutare i figli a realizzare i propri sogni

Lavorare con i bambini è bello. A differenza degli adulti, i loro sogni non hanno un limite e possono anche essere una fonte di ispirazione per i più grandi. I bambini iniziano a sognare in età precoce, pensano loro futura carriera, alla loro ricchezza, alla loro educazione e così via. I loro sogni possono essere enormi.

Come genitori, abbiamo più controllo sui sogni dei nostri figli di quanto si possa pensare. Per i bambini, i genitori sono l’ispirazione, la motivazione e la leadership. Si potrebbe pensare che i sogni del proprio bambino siano irrealistici, ma in realtà quello che parla è l’adulto negativo dentro di se. Si dovrebbe in realtà credere nel proprio bambino e nei suoi sogni, perché credono in se stessi e noi genitori siamo probabilmente l’unico supporto che hanno.
Ecco come fare per aiutarli a realizzare i loro sogni. Continue reading »

Bambole e peluches per grandi e piccini

Chi dice che le bambole o i peluche sono solo per piccini? Ci sono tantissimi giocattoli di questo genere che sono adatti ed apprezzati anche dai più grandi, in maniera particolare con finalità di collezione.

Tra le tante bambole e peluche per i più piccoli, una delle più sicure ed amate dai bambini è “Peppa”, la bambolina delle coccole. Peppa può essere abbracciata forte ed usata come compagnia per dormire o per il gioco, lasciando tranquilli anche mamma e papà dato che questo balocco non ha pezzi piccoli o in plastica che si possono staccare ed essere ingoiati con il rischio di soffocamento. Altrettanto morbidi sono i peluche per bambini, anch’essi realizzati completamente in stoffa e senza parti staccabili. Tanti di questi giocattoli sono particolarmente colorati per stimolare la vista del pargolo. Continue reading »

Bevande consigliate per i bambini

Quando si tratta di alimentazione per l’infanzia, ogni mamma cerca sempre di dare il meglio al proprio figlio. Nonostante questo, purtroppo, gli errori che si commettono quotidianamente sono davvero tanti. Molte mamme, per esempio, danno da bere ai propri figli, anche molto piccoli, succhi di frutta, pensando erroneamente che questi apportino vitamine e minerali utili. Invece, i succhi di frutta confezionati, pur essendo molto gustosi, contengono un grosso quantitativo di zuccheri che salutari non sono di certo. Ma allora quali bevande possiamo dare ai nostri bambini senza temere di commettere errori? C’è una bevanda che, ultimamente, sta riscuotendo moltissimi consensi grazie a tutte le sue numerose proprietà.

Si tratta del the rosso o rooibos, una sorta di the ricavato dall’infuso di una pianta di origine africana, che non contiene teina a differenza dei normali the. Proprio per questo può essere offerta tranquillamente anche ai più piccoli.  Continue reading »

Aiutare la creatività dei bambini con il fimo

Se negli anni sessanta c’era la plastilina colorata e nel decennio successivo ebbe gran successo il DAS, di questi tempi c’è il ben più tecnologico e versatile fimo. E’ dedicata per la realizzazione di piccoli oggetti grazie alla sua modellabilità che permette di trasformarla in forme rotonde oppure piane e che si può lavorare facilmente, non seccandosi all’aria e, una volta terminato l’oggetto che si intende creare, il fimo si può cuocere in un normale forno da cucina per indurirlo: con il Fimo è possibile creare qualsiasi cosa, da piccoli giocattoli a oggetti di bigiotteria.

Dedicati ad aiutare la creatività dei bambini ci sono gli stampi per il fimo che possono essere utilizzati proprio per permettere ai più piccoli, di realizzare i loro lavoretti divertendosi sapendo di assicurarsi anche un buonissimo risultato.

Gli stampini possono essere comprati oppure, per i genitori che amano dedicarsi al bricolage, possono essere addirittura preparati exnovo con del silicone e della farina. Continue reading »